In un frullatore

Ci sono ancora giorni in cui dare il via a un post mi porta via un sacco di tempo, come ora. Alla fine ho capito che con Internet Explorer WordPress non va più, certo, dopo avermi buttata fuori non so quante volte. Sono passata su Google Chrome. 

Questo febbraio si sta rivelando in una sola parola: serrato. Al punto che farvi una cronaca significherebbe mettere giù una serie di accadimenti a tappeto: visita medica urgente per l’orecchio che mi ha fatto molto male per giorni, (risolto, era la solita articolazione mandibolare), imprevisti mammeschi, tornare al ristorante, impazzire con l’editing, pioggia brutta, alti e bassi di umore, l’impressione che tutto mi sfugga, un altro editing, tante cose da gestire per le mie pubblicazioni. Scritte così non sembrano neppure grandi cose, però, per dirne un paio, l’otorino in libera professioni riceve alla ASL un’ora e mezza DOPO la chiusura dell’accettazione (assurdo), il che significa o stare lì in attesa un paio d’ore, o andarci qualche giorno prima per pagare. Sabato stavo andando a fare la spesa per mia mamma (non può uscire), e mi è arrivato l’ultimo giro di editing del romance, scadenza per la consegna: lunedì mattina. Erano già le 15 e avevo concluso in qualche modo l’editing rognoso dell’altro romanzo il giorno prima. Sinceramente mi sembrava di non capirci più nulla, di confondere quasi le trame. Ma insomma, visto che è un meraviglioso lunedì di sole e cielo blu e sono indietrissimo con le incombenze di casa, ma vorrei fare due passi al parco, ora chiudo non prima di avervi detto con gioia che tanto lavoro (davvero efficace, la squadra di Genesis Publishing si è rivelata eccezionale) ha portato a SUDNSSUS_TIMELINE

Uscirà venerdì 12 giusto giusto per S. Valentino.

Il titolo Sono una donna non sono (solo) una sarta è opera mia e immodestamente lo trovo quasi geniale.

16 pensieri su “In un frullatore

  1. Complimenti Sandra! Hai davvero grandi motivi di orgoglio, bravissima.
    Non vedo l’ora di leggerlo, naturalmente col sottofondo della vecchia canzone di Rosanna Fratello!

  2. Oh che bello, finalmente una buona notizia oggi!! 😀
    Sono anch’io un po’ nel frullatore, e pure io oggi avrei ricevuto una conferma di cui essere lieta, ma non sono riuscita a godermela appieno. Sarà che noi siamo quadrate Sandra, abbiamo i nostri spigoli, per altro ben funzionanti. E tutto il mondo invece è tondo, o triangolare. E tocca smussarci davvero parecchio. (Non lo so come m’è venuto il paragone geometrico…)
    Aspetto venerdì. E nel frattempo io scrivo per domenica. 😉

    • In effetti è un continuo dover smussare, e vedo che anche tu hai fatto tardi questa sera, Dio mio, è già domani.
      Grazie per la calorosa accoglienza.
      Baci baci

    • Grazie Francesca, in realtà domani torno in ufficio, e poi lancio è abbastanza coinvolgente quindi visto che esce venerdì, mi toccherà occuparmenre sabato. Ma è comunque una fase assai piacevole. La questione di fondo è l’altro editing: inviato venerdì, zero risposte, non ho idea di cosa succederà ora. Diciamo fuori uno!

    • Grazie Lisa! Sì, in effetti quando mi hanno mandato l’editing ho pensato davvero che i tempi fossero troppo stretti, ma evidentemente sapevano il fatto loro e io c’ho anche dato dentro.

  3. Il frullatore lo conosco bene, che poi se le cose non capitassero tutte insieme non sarebbe neanche male invece l’urgenza cade tra capo e collo sempre mentre ne hai altre da gestire.
    Comunque ce l’hai fatta complimenti per la prossima uscita, il titolo è davvero simpatico (Rosanna Fratello che ricordi)

    • Ma sì, la vita è un frullatore. A volte penso che se il manoscritto all’epoca quando era la mia agente a proporlo agli editori big, con un titolo diverso, mi fosse già venuto in mente questo, molto migliore e di sicura attrattiva, forse avrebbe avuto un destino diverso. Ma sono pensieri del tutto inutili. Grazie Giulia.

  4. Un frullatore da cui escono un sacco di belle cose! Ormai hai una quantità di pubblicazioni davvero importante, di cui puoi essere super fiera!

    • Sono fiera in effetti, ho raggiunto un equilibrio tra ciò che avrei voluto fare e ciò quanto ho raggiunto, è stato tutto molto complesso, e buona parte è finito qui, nel blog spesso anche come sfogo e tu, beh tu ci sei proprio dagli inizi. Grazie.

  5. Finalmente hai finito! Ottimo lavoro! Questi tempi sono difficili amica mia. Ma ci sono fibre che nessun frullatore può spezzare… Baci e congratulazioni per il nuovo traguardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.