Le ultime settimane

I giorni scivolano via con le sere scure e le notti talvolta accaldate, che alla fine le settimane più roventi ce le siamo fatte a Milano.

A inizio mese, quando il tempo è stato davvero pessimo, seppur felice per poter stirare senza sudare (ogni volta si porta a casa il mondo di vestiti sporchi anche quando ci sembra di viaggiare leggeri), ho provato quella sensazione tipica di fine agosto, quando tocca voltarsi indietro di un bel pezzo per vedere le vacanze: con la voglia che tutto finisse in un attimo, invocando l’autunno e la ripartenza di ogni attività.

In mezzo l’ufficio agostano: i telefoni quasi muti, poche mail, ma tantissimo da fare comunque perché la mia non è un’attività che si ferma, né chiude e ho avuto un sovraccarico causato dalle ferie altrui.

Dopo Lavagna e la Valtellina, tre giorni una e cinque scarsi l’altra, stiamo cercando di goderci l’estate in città, soprattutto coi nostri amati Navigli. Va detto che le micro vacanze citate sono state belle, ma completamente diverse da come me le ero immaginate. Tipo temevo il viaggio in treno, nonostante i posti prenotati, ma nella tratta Genova-Lavagna in andata non è stato possibile perché era un regionale – invece distanziamento mantenuto e zero casino. In Valle, qui nel blog eravamo rimasti che ancora non sapevo se ci saremmo andati, abbiamo trovato l’ottima soluzione di affittare un monolocale a pochi metri da casa mia, in modo da fare compagnia a mia mamma a distanza.

Il meteo avrebbe potuto favorirci un po’ di più, a Lavagna abbiamo fatto un bagno stupendo, domenica mattina la spiaggetta libera dove eravamo stati giusto un’ora sabato tardo pomeriggio, era stata smantellata da una mareggiata colossale, non volevamo andare nei lidi attrezzati, dove c’era posto, ma avevano prezzi folli e comunque in mare era impossibile entrarci: onde altissime. In Valle è piovuto un pomeriggio e una sera (e di notte) ma era sempre un po’ freschino, incerto tranne, ovvio, il giorno del rientro. Lì se piove cambia tutto, in pratica è una rottura, in più i nostri amici – oltretutto ci sono rimasti solo loro come amici locali – hanno fatto la scelta di non vaccinarsi e quindi con loro al chiuso non si può giustamente andare. Traduzione: è saltata la cena di sabato sera. Ma poteva decisamente essere peggio.

Anche in queste micro villeggiature vale un po’ quanto detto per la Versilia: alto gradimento di cose che a raccontarle non sanno di molto, però le ho fatte e molto amate. Libri in baia come fiera mi è piaciuta, il posto meritava molto, ma non ho venduto una sola copia, e proprio per questo esserci andata è stato ancora più necessario, per ridisegnarmi come autrice.

In un mese sono andata a correre tre volte, la più bella in Valle, un percorso in salita e discesa, poco pianeggiante che costeggia il torrente. L’idea era di farlo due volte (sapevo che tre giri sono cinque chilometri) ma poi ho resistito tre, in mezzo ai pini, con l’acqua che scrosciava. Sono così felice per la corsa, un po’ meno per l’ansia che non sono riuscita a debellare: è una rogna che mi aspetta al varco all’improvviso, per cui a sto punto ho scelto di affrontarla con l’artiglieria pesante.

Con tutte queste montagne russe, se mi metto a ripensare a tutti i momenti di luce che hanno scritto le pagine di questa estate, vedo che sono stati proprio tanti. In gran parte con l’Orso, e poi con le splendide letture di cui vi racconterò nel prossimo post.

20 pensieri su “Le ultime settimane

  1. Le ferie raggiungono lo scopo quando riescono a far staccare, mi sembra che tu ci sia riuscita nonostante il tempo non vi abbia sempre favorito. Io ho raggiunto la Puglia in treno e tutto molto bene nonostante i timori, con l’Intercity il distanziamento era più che rispettato, ho viaggiato benissimo. Poi comunque ho sofferto un gran caldo, perché la settimana di ferragosto Lucifero non si è risparmiato purtroppo…rientrata a Bologna ho goduto degli ultimi giorni di ferie (con qualche giretto in Romagna e dintorni) purtroppo domani ritorno al lavoro.
    Bentornata al blog Sandra!

    • Sì, ho staccato bene, in maniera un po’ altalenante ma non dimentichiamo che è ancora in corso una pandemia, quindi promuoviamo a pieni voti questa estate. Allora a te buon rientro, spero che tu non venga subito stritolata dalla pressione in ufficio.

  2. Qua oggi il cielo rumoreggia e pioviggina a tratti, arietta fresca energizzante, si lavora senza climatizzatore acceso.
    Le ferie sono un lontano ricordo di luglio e sono state poche. Delle 3 settimane cui ero obbligata un tempo ne è rimasta solo 1 e di corsa (sempre caro mi fu quell CCNL Commercio, gli venisse una gastroenterite acuta a chi ha tolto i permessi ai neoassunti…) E tutti i lavori che si rimandano a qualche giorno di ferie d’estate (riparazioni, disbrigo, verniciature) mi si sono concentrati nei weekend, accumulando stanchezza. E muscoli, che è tutto allenamento gratuito. Adesso attendo le novità di settembre, ogni settimana è rimandata alla successiva per rimpalli burocratici, ma oramai manca poco. E allora può essere che vengo a festeggiare con una prima gita a Milano, sappilo. 🙂

    • E grande ola sul finale, ti aspetto non volentieri, di più, Barbara!!!!!!
      Ormai manca poco, e potrai soprattutto riprenderti il tuo tempo, questo mi rende tanto tanto felice.

    • In effetti sto anche pubblicando meno post quindi diventano un minestrone. Sull’ansia sono fiduciosa, e pure sulla corsa (di abbattere la prima – ho avuto una crisi mercoledì sera – e di continuare con la seconda, ecco magari quando le temperature saranno sotto zero toccherà correre su e giù per il palazzo, che comunque essendo di 6 piani, potrebbe anche essere una soluzione). A presto, bacini.

    • Grazie Elena.
      Sono partita molto seriamente, comprando subito le scarpe giuste e sono una persona costante, però poteva non piacermi, invece mi piace proprio tantissimo. Ora che forse le temperature stanno scendendo credo che andremo incontro al periodo migliore come clima, da giovedì oltretutto sono a casa dal lavoro e potrei andare anche in orari diversi. Poi da ottobre valuteremo nuovi acquisti tecnici anti freddo. Non ho ancora ben capito quali effettivi benefici potrà darmi, visto che non ha eliminato l’ansia, come mi era parso all’inizio, ma perlomeno è un’attività fisica.

      • Di solito l’attività fisica aiuta a combattere l’ansia. Io quando correvo, prima dell’infortunio al tendine, lo facevo la sera, dopo il lavoro. Era molto efficace. Oggi medito e pratico camminate veloci e 5 tibetani. Insomma, la maledetta ansia è un pò il cruccio di tutte…

  3. Come si fa a fare compagnia a distanza? 😁 So che è difficile trovare il tempo e la voglia contemporaneamente per svolgere attività fisica, il caldo uccide e la pioggia non invoglia, spero che l’autunno ti aiuti ad uscire più spesso a correre. Io preferisco camminare.

    • A distanza nel senso che non dormivamo, né mangiavamo nella stessa casa, ma ci si vedeva fuori o anche in casa ma distanti appunto, come quando vai a trovare una persona ma non soggiorni da lei. Vero, il meteo perfetto per correre/camminare non c’è spesso, avrei giusto intenzione di andarci domattina verso le 7… vediamo.

  4. Che ridere, te corri alle 7 di mattina e io alle 7 di sera, più o meno siamo sincronizzate, dai! XD
    Per far correre me alle 7 di mattina devi portarmi qui il coach da Los Angeles e farlo correre davanti a me in pantaloncini e maglietta. O anche senza maglietta. Tipo bastone con la carota!
    Scusa, mi è scappato il commento scemo. Mò adesso vado a correre sul serio. ❤

    • Commenti scemi graditissimi. Ti aggiorno domani se ho corso oppure no. E comunque io vado pure alle 6 eh, ma tu lo sai.
      Il coach anche senza pantaloncini ehm ehm non ero quella quacchera io?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.