Amo il greco # rimandato, feste infestate

Il giorno 23 nel primo pomeriggio è stato chiaro che quello che mi ero illusa fosse solo l’ennesimo brutto raffreddore era vera influenza: Milano è sotto assedio del virus. 38 e mezzo di febbre con gli annessi del caso, sono rimasta alla scrivania a terminare tutto con la testa che esplodeva (l’adempimento fiscale di cui mi occupo scade il 25 di ogni mese per i contribuenti che ce ne affidano la gestione). Ieri se l’è beccata anche mia mamma. Programmi annullati, bombata di tachipirina (ma la 1000 in farmacia senza ricetta  non me l’hanno data), alternando brividi a sensazione di essere dentro un forno, ho raccolto le forze per invitare almeno la suocera da noi, mangiando in cucina senza troppi fronzoli, né grandi menù.

Il pezzo sopra l’ho scritto mentre attendevo il suo arrivo, l’Orso è andato a prenderla, con l’idea di completare il post con gli auguri in greco, ma ora – h. 19.22 – dopo essere stata a letto tre ore, sto davvero male, aggiungo queste righe per scusarmi 😦 torno appena posso, spero presto e spero soprattutto che abbiate trascorso una splendida giornata di Natale, lontana dai virus pestiferi.

Annunci

12 thoughts on “Amo il greco # rimandato, feste infestate

  1. Anch’io stesa dal raffreddorone… e costretta a far conversazione coi suoceri… mal comune mezzo gaudio? Spero che domani ci andrà meglio, intanto ti auguro tanto coraggio e tanta pazienza!

  2. Cara Sandra, anche a me il Natale non ha risparmiato qualche tiro mancino, ma va bene anche così. Ti aspettiamo, in forma per le prossime feste. 🙂

  3. Al momento non l’ha presa nessuno in famiglia, ma sento moltissima gente che in questi giorni è a letto, altro che cenoni e cenette! Ho trascorso un buon Natale, e sto trascorrendo un ottimo santo Stefano tra scrittura dei post e del mio romanzo sulla Rivoluzione Francese. Approfitto di una giornata “tutta per me”, perché domani si riprende a lavorare.

    Riguardati e rimettiti! Ci si vede nel 2017.

  4. guarisci in fretta (e bene!), che vogliamo il post greco 😀
    sto scherzando, l’importante è cacciare via l’influenza e far posto a cose migliori!

  5. Un abbraccione a distanza. Qui sta imperversando quella intestinale, siamo assediati, ce l’hanno sia i suoceri al piano di sopra che il nipotino al piano di sotto. Ci sentiamo come un fortino circondato da indiani in un vecchio film western…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...