Emozioni tra Friuli e Slovenia

 

Siamo appena rientrati, e come spesso accade, mentre la prima lavatrice gira, io riordino le idee postando qualcosa delle vacanza. Trieste ci ha conquistati subito, e l’intera settimana è stata una scoperta continua e sorprendente, distillati di bellezza di cui ho ancora gli occhi e il cuore colmi. Alcuni di voi hanno ricevuto in miei messaggi whattsApp pieni di entusiasmo. Siamo riusciti a darci un ritmo perfetto che ci ha consentito di visitare molti luoghi senza tuttavia comprimerci troppo, stressandoci.

Trieste è stupenda, e poi la Slovenia, Aquileia, la Carnia di mio padre. Cibi gustosissimi, il mare che si agita sul molo, la magia della piazza sul mare più grande d’Europa. Ho un sacco di cose da urlare al mondo su quanto questa zona mi abbia colpita nel profondo. La storia travagliata dell’Istria, la distruzione della Grande Guerra, la sensazione di essere davvero ad est. Vi lascio qualche assaggio fotografico e due parole di accompagnamento. In alto P.zza Unità d’Italia, il cuore di Trieste.

Di seguito: il Castello di Miramare: ho spuntato uno dei 50 posti in Italia che avevo espresso il desiderio di visitare ♥. Non avrei mai pensato (foto sotto) che Lubjiana avrebbe potuto rappresentare una meta appetibile tra le capitali europee, mi sbagliavo di grosso, il centro storico è semplicemente il paese delle favole. Altro errore: non aver messo Aquileia ne 50 luoghi da vedere, Dio mio, la basilica romana mi ha regalato uno tsunami di emozioni, vi mostro un mosaico custodito nel museo archeologico e sappiate che i più belli non si possono fotografare, ma io penso a voi, per cui eccoveli linkati in una carrellata di immagini da internet.

Emozioni di diversa natura: l’auto sale tra le alpi carniche, verso il paese di mio padre dove non sono mai stata con lui (rimorsi, rimpianti, senso di colpa è un vortice di commozione che mi travolge, ma lo sento così vicino tra le sue montagne) e al cimitero una lapide in ricordo di mio nonno paterno morto in guerra. Non potrò mai ringraziare abbastanza Emanuele che mi ha proposto “vuoi andare al paese di tuo padre?” Da principio ho rifiutato, ma poi ci ho pensato su e per fortuna ho cambiato idea, tra l’altro il paesino è delizioso. E le emozioni belle ancora non sono finite: a Trieste vivono Rossella l’illustratrice di Nina Strick ed Eleni (greca!) che ha curato la parte grafica del libro, ovviamente ci siamo incontrate per una piacevolissima serata in pizzeria. Grazie ancora, donne, che vi siete messe a mia disposizione con generosità e competenza, siete ciò che fa ancora avere fiducia nel genere umano! Ci vedete insieme nell’ultima foto.

Ieri, per l’anniversario, siamo stati alle terme slovene di Portoroz e a Piran la caratteristica lingua di terra con le case colorate affacciate sulla baia, e concluso la giornata splendidamente  a cena alla Chimerina.

Mentre cercavamo il ristorante abbiamo incrociato Luigi Di Maio. Abbiamo infatti scelto la stessa meta per celebrare 10 anni, noi di nozze, lui di vaffa day!

Annunci

23 thoughts on “Emozioni tra Friuli e Slovenia

  1. Che belle foto, io ho un ricordo bellissimo di Trieste mi hai fatto venire voglia di tornarci, per non parlare poi della slovenia e dell’Istria, mete di un bel viaggio in moto di qualche estate fa.

    • Noi ci siamo detti che vorremmo tornarci presto, ieri per esempio volevamo fermarci al Sacrario di Redipuglia ma diluviava e abbiamo desistito, poi chissà se riusciremo a organizzare a breve un’altra vacanzina fra Trieste e la Slovenia! Grazie.

  2. Bello! Quella è una zona che ho visitato poco e di fretta (infatti ho molto apprezzato le foto che mi hai inviato!) spero di tornarci con più calma in futuro, perché come mi confermi ne vale proprio la pena.

  3. @ Grazia, eh tu che sei in zona non hai ancora fatto gite lì, come spesso accade si trascurano luoghi vicini in favore di altri più lontani, con la classica scusa “tanto ci possiamo sempre andare”
    @ Tenar, contenta tu abbia apprezzato perché mi era parso di essere un po’ inopportuna, solo che vedendo tanta bellezza mi è venuto istintivo pensare alla tua archeologia

  4. Ma che bei luoghi e che belle foto, il tuo entusiasmo trapela a ogni parola! Non conosco per nulla il Friuli, se non per esserci passata una volta transitando verso l’Austria, ma di Trieste ho sempre sentito racconti meravigliosi. Tuo marito ha una sensibilità particolare, ha fatto bene a proporti di vedere il paese di tuo padre.

  5. Finalmente sono riuscita a scriverti, della serie meglio tardi che mai!
    Grazie a te Sandra, è stato veramente un piacere conoscerti e lavorare con te!
    Attendiamo un nuovo episodio di Nina Strik, e con l’occasione magari un’altra vostra visita a Trieste 😉

    • Ciao Eleni che gran piacere ritrovarti qui.
      Trieste ci è piaciuta un sacco e tornare è nei programmi futuri, in quanto a Nina ehm non sto ancora scrivendo ma tutti mi esortano a cominciare, non appena sarò un po’ più tranquilla inizio. Grazie davvero. Un bacione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...