Entrare in autunno

Con un clima alquanto instabile, oggi inizia l’autunno sotto un cielo fantastico e inaspettato stamattina. Amo l’autunno e sono felice che sia qui. Settembre a un certo punto, esattamente il giorno dopo aver festeggiato in 14° anniversario di nozze, ha preso proprio una brutta direzione. Ne siamo in mezzo e come sempre accade in questi casi, diventa difficile nei social dire e non dire, raccontare senza esporsi. Teniamo duro: non è una questione di salute, ma neppure rogne idrauliche, e che avessi la testa per aria lo riprova il fatto che “Tubi e tuberose” è uscito da una settimana e io non ne ho manco parlato nel blog.

Passioni Romantiche_102Vi metto almeno ora la copertina e il il link da Delos 

In questo scompiglio abbiamo preso i biglietti per il Salone del libro di Torino, che si terrà a metà ottobre, evento ovviamente annullato nel 2020, mentre per quest’anno alla fine la situazione ha consentito di posticiparlo. Lo scorso maggio, a dirla tutta, non ero molto fiduciosa in merito, quando ovviamente anche l’edizione 2021 non ci fu. Il salone di Torino per me è festa, libri e forse ancora di più persone, lo sapete.  Significa anche ritrovare certi editori con il quale nel tempo si è instaurato un rapporto speciale, per cui arrivando allo stand ci riconoscono, come Giuntina. Incrociare svariati personaggi famosi tra i padiglioni e fare a gara con l’Orso a chi ne vede di più, e magari darsi appuntamento con qualche amico torinese o proveniente da altre parti. Abbracciarsi (o forse ancora no) tra i volumi, carichi di borse e emozioni. Credo che quest’anno tutto sarà amplificato. Ma c’è un motivo ulteriore: il lancio del mio romanzo che uscirà per Plesio, col marchio Lambda House, proprio il 14 ottobre. L’ho aspettato tantissimo, ho firmato il contratto durante il primo e unico vero lock down a marzo 2020, e temuto che la pandemia polverizzasse anche questa opportunità, oltre al resto. Oltretutto doveva uscire a maggio 2021 e si è deciso di rimandare (ottima scelta devo dire).

Con un po’ di spocchia dico che forse gli editori si distinguono tra quelli presenti a Torino e quelli che non ci sono, che per me ha senso pubblicare con editori digitali solo se hanno una buona presenza sul mercato digitale appunto (come Delos e goWare), altrimenti il Print on demand è un po’ un’illusione e il percorso pieno di buche. Dalla mia esperienza.

A breve Plesio festeggia 10 anni di attività e io sento di avere una squadra molto solida e capace. Certo, non mi rimangio i deliri con l’editor lo scorso gennaio, mamma mia, fu terribile, ma per la primissima volta in oltre 11 anni avrò un anticipo e sento di essere giunta in un luogo completamente diverso. Insomma, non vedo l’ora.

Questo mi distoglie, in parte, dalle preoccupazioni, mi fa apprezzare queste giornate al guado tra un’estate un po’ sghemba (con picchi di vera bellezza e down epocali) e un futuro di cui so molto poco. Meno del solito.

14 pensieri su “Entrare in autunno

  1. Che dire: dopo averti letta, e con la prospettiva del ricovero della nana domani, ti sento e mi sento vicina più che mai. Daje tutta, sempre! PS. Il prossimo acquisto lo vorrei autografato, chissà se jjjja faremo 😉

    • Quanto sarebbe bella sta scena: io allo stand, tu arrivi, io ti riconosco CARRAMBAAAA anti tristezza. Ma ora pensiamo alla piccola (non troppo, non ci facciamo sentire) che si risolva tutto prestissimo e bene.

  2. Tengo le dita incrociate per quello sgambetto ricevuto proprio dopo i festeggiamenti dell’anniversario, che è pure una situazione strana per l’oroscopo. Diceva che da metà settembre le cose sarebbero andate completamente lisce, e per me è così (ho dato le dimissioni dopo l’arrivo della chiamata per l’assunzione in Pubblica Amministrazione) ma per te no, e insomma qualcosa non quadra. Speriamo che quadri, e bene, a breve.
    Bene per il Salone di Torino, so che per te è un evento importante. Ci avevo fatto un pensierino, ma solo per trovare le persone, più che libri e editori. Purtroppo cade il weekend prima dell’inizio del nuovo lavoro, e non voglio stressarmi tra viaggi e valigie.
    Tubi e tuberose l’ho letto subito, acquistato appena uscito e letto. E quando ho terminato è arrivata la PEC di assunzione, le cose belle tutte in fila. Da allora però anch’io sono immersa nel periodo di preavviso caotico e non sono più arrivata con la recensione. Vedo di rimediare a breve.
    Poi però voglio il numero di telefono dell’idraulico della storia, non degli altri, quello lì proprio… 😛

    • Abbiamo pure l’oroscopo strambo, pensa te. No, no, niente Salone per te che sei pure un pezzo più a est e il viaggio diventa lunghetto, super relax pre nuovo lavoro. Ecco, sui tubi devo dirti che la faccenda iniziale dei 50 euro per la tavoletta del wc, beh, ci è successo davvero! E l’idraulico del racconto non l’ho ancora incontrato, sono vere sono le parti rognose.

  3. Mi dispiace per le tue preoccupazioni, ti auguro una risoluzione per il meglio. In bocca al lupo per la nuova uscita Delos (i nomi Sandra e Barbara mi ricordano qualcuno…) e soprattutto per il Salone del libro con il nuovo romanzo, mi sembra una cosa bellissima!

    • Eh Barbara mi aveva fatto la card I tubi di Sandra, mi ha fatto piacere cucirle addosso un personaggio, poi io e lei siamo nate lo stesso giorno, quindi un po’ gemelle lo siamo. Sì, è una cosa bellissima, in effetti. Grazie davvero per le tue parole.

  4. L’autunno è cominciato e io non me ne sono accorta che oggi, giornata freddissima dopo le ultime da agosto pieno. O sarà la menopausa? Mah
    Bene per il tuo arrivo a Torino per il Salóne e per la nuova avventura letteraria. Il resto lo affronterai come sempre, con grinta e determinazione. Si può forse fare altro?

    • Qui stranamente le temperature rispetto all’inizio della settimana sono in risalita. Grazie, non mi sento per niente grintosa, ma solo stanca e irritabile, ma in effetti ci sono poche alternative.

  5. Tubi e Tuberose ha una copertina bellissima e un titolo che rimane impresso: tutte caratteristiche preziosissime per una pubblicazione. E poi wow, il salone del libro!
    Mi spiace davvero che queste cose bellissime siano offuscate da qualcosa di serio che ti sta preoccupando. Spero che tutto si risolva per il meglio.
    Qui l’autunno è il solito caos scolastico (burocrazia, più burocrazia, ancora più burocrazia!) e una piccola pubblicazione proprio adesso è una coccola editoria di cui avevo bisogno.

  6. Pensa che la curatrice della collana Passioni romantiche ha cassato le mie prime 4 copertine proposte: avevo puntato più sui tubi, con immagini tipo lui e lei con le chiavi inglesi sotto il lavandino, lui idraulico con la salopette, lei casalinga e niente mi ha detto che Franco Forte le avrebbe bocciate. Questa in effetti è proprio bella e l’ho trovata come piano B. Grazie, spero davvero che si risolva presto e bene, ma al momento siamo ancora nel pieno della tempesta (anche se il porto potrebbe arrivare all’improvviso, come appunto spero). Sì, caos su caos per te, sento le mamme già agitate.
    Ho visto la tua uscita imminente ed è fantastica, brava, brava, brava!

  7. Infatti avevo visto la copertina su Amazon, cercando l’ultima uscita per Plesio, e mi ero detta: eppure questo libro non me lo ricordo!
    Bravissima, Sandrina! ❤ Il libro di Plesio lo prendo in cartaceo nell'abbuffata libri del mio compleanno, a dicembre!

    (Sono Ilaria di Pisa)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.